Titolo Insegnanti

carlotta forni

Carlotta Forni è bolognese, appassionata da sempre di letteratura, a un certo punto ha incontrato i fumetti e si è innamorata. Attraverso variegate esperienze ha potuto coltivare le sue passioni legate alla lettura, ma si è anche appassionata agli spazi: case, città e pagine che ritiene possano e debbano essere contenitori non neutri dentro i quali ogni individuo si muove, abita e concepisce se stesso.

ciclamina

Ciclamina è nata all’inizio dei tempi nel Bosco Colorcolore da una piccola goccia di rugiada sapor nocciola.

Sin dalla tenera età ha dimostrato un gran talento nell’arte dell’inventincanto, iniziato per gioco tessendo con filo di nuvola brezze e fogliame, per poi specializzarsi nell’imbastitura di sogni e luna.

Lungo il sentiero dell’autunno ha frequentato la Troncoscuola del Maestro Stagionato e conseguito la Realradice a pieni voti.

Ha concluso i suoi studi presso il prestigioso Universo Melodia, dove si è potuta confrontare con materie quali: restauro di cielo, progettazione galattica, arredamento di sottoboschi e prati, scultura di stelle, messa in sicurezza di speranze, drammaturgia dei torrenti e composizione arcobaleno.

Parallelamente ha coltivato la sua personale passione per la Danzafarfalla e la Fioroleria.

Ad oggi lavora come esperta in Rifiutopolazione, antica tecnica alchemica di trasformazione dei rifiuti umani in oggetti magici.

FRANCESCO CASABURI

Francesco Casaburi: scrittore, formatore, attore e regista teatrale.

Da più di vent’anni porta in tutta Italia i suoi laboratori sulla percezione sensoriale e sui meccanismi cognitivi delle menti non visive.

Cieco dalla nascita, ha da sempre sperimentato nuove strategie per la cecità impegnandosi a lungo nella ricerca di tecniche alternative e nuovi approcci per innovare il settore.

Fino al 2016 ha tenuto corsi di tiflologia presso l’Università degli Studi di Salerno, dove per sette anni è stato anche membro della commissione per la disabilità.

Pioniere nell’ambito del turismo accessibile, si occupa da anni anche di accessibilità artistica e culturale.

Nel 2017 pubblica “Come la vedo io”, un saggio sulla cecità congenita dove sono esposte con intento divulgativo importanti scoperte delle neuroscienze relative al mondo della percezione sensoriale, e nel 2022 esordisce nella narrativa con la raccolta di racconti “Fuori luogo”.

www.tantopersapere.it
@francescocasaburipage

donatella allegro

Donatella Allegro è un’attrice, regista e autrice bolognese. Dopo la laurea in Lettere Moderne conseguita presso l’Università di Bologna, si è diplomata in recitazione presso l’Accademia Nazionale di Arte Drammatica “Silvio d’Amico” di Roma. Successivamente, si è laureata in Discipline dello Spettacolo dal vivo.

Come attrice ha lavorato, tra gli altri, con Teatro di Roma, Teatro della Toscana, Permàr – Mario Perrotta, con la compagnia Cantieri Meticci, con l’ITC Teatro e con Emilia Romagna Teatro Fondazione (Il Ratto d’Europa, 2013, Carissimi padri, 2015-2017, Il Simposio, 2017, La classe operaia va in paradiso, 2018, La commedia della vanità, 2019, regie di Claudio Longhi; Lingua madre, di Lola Arias, 2021, Body of knowledge, 2023).

È autrice dei testi teatrali Pane, lavoro e pace. I gruppi di Difesa della Donna tra Resistenza ed emancipazione; Per il resto è tutto da verificare, scritto insieme a Paolo Soglia, Altre riparazioni. Storia e lotta delle OGR di Bologna; E io pedalo. Donne che hanno voluto la bicicletta, che è diventato anche un libro, edito da Il Loggione nel 2017.

Come docente ha insegnato nella scuola per attori “Iolanda Gazzerro” e nel corso di Alta formazione attoriale 2013-2014 di Emilia Romagna Teatro Fondazione. Da oltre dieci anni conduce corsi di recitazione, lettura ad alta voce e scrittura creativa per non professionisti presso biblioteche, teatri e associazioni, sindacati (Cantieri Meticci, ITC Teatro di San Lazzaro, Case di Quartiere di Bologna, Collettivo Amalia, etc.). Attiva nell’ambito dell’associazionismo femminista, nella divulgazione storica e sui temi dei diritti, collabora alla creazione di eventi pubblici e contenuti multimediali con Be Free Cooperativa sociale, UDI Bologna, AAMOD, CGIL, Fondazione Argentina Bonetti Altobelli, Centro Documentazione Donna di Modena, Archivio Diaristico Nazionale.

A Nassau ha debuttato la sua regia Mai un gesto, mai una parola, scritto insieme all’attrice Veronica Stecchetti, che ne è la protagonista, musica di Stefano D’Arcangelo.

Stefano d'arcangelo

Studia da anni la relazione tra i linguaggi musicali all’interno delle forme narrative transmediali. Si forma al D.A.M.S.

Compositore e musicista della Compagnia Fantasma partecipa alle esperienze radiofoniche in Rai e a Radio Città del Capo. Lavora al Teatro San Martino all’interno del Gruppo Libero Teatro partecipando all’allestimento scenotecnico di spettacoli di Fortebraccio Teatro, Aldes, Stefano Questorio e molti altri.

Ha insegnato al Laboratorio 41 e prodotto Larp per anni con la Chaos League.

Producer e compositore per il cinema e il teatro, membro del Bhutan Clan e del progetto Melologos, scrive e arrangia musica per numerosi artisti.

Negli ultimi anni si dedica al linguaggio del Podcast ideando e realizzando lavori per scrittori e case editrici.

Preiscrizione Laboratori

* campi richiesti

Prenotazione Eventi

Ti ricordiamo che l’ingresso è consentito unicamente ai tesserati A.I.C.S.Il pagamento avverrà alla biglietteria del Nassau il giorno stesso dell’evento (nessun pagamento dovuto in caso di evento a ingresso gratuito). La biglietteria è aperta da un’ora prima dell’evento.

* campi richiesti

IMPORTANTE! – La prenotazione è un servizio gratuito che mettiamo a disposizione del pubblico. Si noti che Nassau dispone di pochi posti, pertanto se successivamente alla prenotazione si decidesse di non venire preghiamo vivamente di avvisare il più tempestivamente possibile scrivendo a nassauets@gmail.com